pièdimosca edizioni

Tag: pièdimosca edizioni

Arcipelago libri | Le cose inutili di Carlo Sperduti

Arcipelago Libri, seconda puntata. L’inchiesta narrativa condotta da Carlo Floris incentrata sul romanzo Le cose inutili di Carlo Sperduti, pubblicato dalla casa editrice umbra pièdimosca in questo 2020. L’autore risponde alle domande di Sara Picchiarelli. All’intervista segue la lettura di due brani realizzata da: Michele Bandini, Valentina Testa e Fabio Furiosi.

Per l’inchiesta poetica, Maria Borio conversa con Umberto Piersanti, una delle figure più importanti della letteratura italiana contemporanea, trattando argomenti come il lessico del poeta, natura e memoria, riflessioni sul suo ultimo libro, edito da La nave di Teseo, Campi d’ostinato amore.

La musica è realizzata dal Maestro Sandro Lazzeri, con i brani per chitarra tratti da Eight discernments di Andrew York (WalkingSnowflight Sherry’s waltz), su cui il musicista sardo sta lavorando per registrare il suo ultimo cd.

 

Ascolta la puntata nel sito di Arcipelago Libri


Ad un tratto | Le nuvole sono pesantissime

ME L’HA DETTO LA LIBRAIA, quando io e la scienza abbiamo litigato

“Me l’ha detto la libraia” è la mia nuova rubrica su AdUnTratto ed è una rubrica a due voci, la mia e quella di Marta Bracciale (libraia della libreria Limerick di Padova), impegnate in un breve ma intenso scambio stile posta del cuore. Se avete un libraio di fiducia a cui rompere l’anima nei momenti difficili, capirete al volo perché questa rubrica esiste. Se non sapete di cosa sto parlando, capirete al volo di aver bisogno di un libraio di fiducia (magari è Marta, magari sarà quello della vostra città). 

(altro…)


blog Semini | le nuvole sono pesantissime

Le nuvole sono pesantissime

Maestra, perché le nuvole sono pesantissime?

Perché, perché, perché…

Attorno ai 2-3 anni questa domanda, a volte posta in maniera quasi ossessivo-compulsiva, riesce a mettere in crisi anche i genitori più sapienti – del resto, non basterebbe una conoscenza enciclopedica per riuscire a rispondere a tono a tutti i perché dei bambini!

 

(altro…)


Umbria24 | Le nuvole sono pesantissime

Dalle impronte dei koala alla sbadataggine degli scoiattoli, dalle termiti appassionate di rock al suono dell’universo. E poi la domanda: ‘Quanto pesano le nuvole? Come 100 elefanti (che però non volano)’. Esce per Pièdimosca edizioni ‘Le nuvole sono pesantissime’, volume d’esordio della giovane illustratrice perugina Valentina Bolognini. Una mappa delle meraviglie per bambini e adulti di ogni età, articolata in 41 curiosità scientifiche illustrate dall’artista, membro del collettivo di disegnatori Becoming X.

(altro…)


Sky Arte | Il libro illustrato che spiega la scienza ai bambini

(altro…)


Lungimiranza | racconto di Carlo Sperduti

Questo racconto fa parte della raccolta inedita Esterni

 

Lo scoperchiamento del colle avviene. Se ne conoscono i dettagli: da Tarquinio il Superbo a oggi, passando per assedi e papi, avviene a 579 metri sopra il livello del mare, appena al di sotto delle prime mura.

È sempre di notte: una notte di tenebra fitta che isola il paese di poche luci e parole al centro di una distesa cieca. Rimane sospeso, a vicoli tesi.

Dal lago di Canterno arriva ordinata una caligine: si dispone attorno all’altura a bordarne l’opercolo. Lo solleva quel tanto che basta a introdursi discreta tra le pietre e la mucida minuta vegetazione. Con la stessa discrezione lo lascia ricadere, senza un suono che svegli. Solamente una scossa muta, di caduta improvvisa, immaginata nel sonno.

Fumone è a parte dell’opera, non la nega e non la ostenta. Sospetta nel colle una cavità di pignatta senza fondo. Si sveglia all’alba sapendosi strumento: contenitore.

Perfino i bambini, se un curioso da fuori s’informa del fatto, rispondono con una sentenza popolare – impavidi, a guardarli negli occhi, o precoci commedianti – che da sempre, lì, si fanno provviste per l’inferno.

 

Carlo Sperduti


Diluvio | racconto di Carlo Sperduti

Questo racconto fa parte della raccolta inedita Esterni

 

 

Sotto un balcone striminzito, c’è appena spazio per la ragazza senza ombrello. La pioggia battente da più di mezz’ora, a scrosci impietosi, è diritta e pesante nei dintorni del tramonto.

Al lato opposto della via, benché la distanza sia breve, si distingue a fatica, tra innumerevoli interferenze acquose, l’insegna ad arco luminoso delle figlie di San Camillo; il 409 s’affatica e quasi naviga nella strada fatta pozza.

Al di qua della volontà, un esercizio d’infanzia ritorna per noia: catturare con gli occhi una singola goccia, agganciandola nel lampione acceso qualche metro sopra la testa per accompagnarla fino all’incontro col suolo: interrompere il flusso di processi non còlti. Età differente, identica frustrazione.

Se per un movimento accidentale del capo, però, un’incalcolabile frazione di tempo e un irrintracciabile itinerario di luce s’incontrassero, di ogni goccia s’ingrandirebbe a dismisura il contenuto, come a uno sguardo di lente impossibile, e lente si vedrebbero cadere le gocce con ulteriore manipolazione di tempo.

In una, un millimetrico signore saluterebbe, distinto, a precipizio; in altra, fortezze si schianterebbero al suolo in crolli formidabili; di qua un intero pianeta si sfalderebbe con tonfo di tuffo inesperto; di là un sistema solare si accartoccerebbe su un tetto di automobile: nanometriche apocalissi e universi suicidi riempirebbero a miliardi un solo decimetro quadro, un solo secondo di una sola giornata di precipitazioni.

Invece la ragazza, dato che ora spiove, abbandona il suo incerto riparo contro la pioggia – nient’altro che pioggia. Abnorme ignara umida galassia che si scrolla di dosso resti di guerre e catastrofi stellari.

 

Carlo Sperduti


Paper moon – l’oroscopo letterario di maggio consiglia Le cose inutili per i Gemelli

Gemelli (21 maggio // 21 giugno)
Come il mese scorso, il mio suggerimento è quello di non concentrarvi troppo su voi stessi, di allontanare i diari su cui scrivereste soltanto piani e progetti che al momento tenderebbero a ingigantirsi, invadendo la vostra casa, fagocitando il vicinato. Potete leggere degli appunti strambi però, diari impossibili, i taccuini del protagonista del romanzo di Carlo SperdutiLe cose inutili, potrebbero andare. La realtà, e gli oggetti, riservano sorprese anche ai più tenaci.

 

 

 

 

(altro…)


Matilda – Quattro chiacchiere con pièdimosca edizioni

Nata nel 2019, la giovane casa editrice di Perugia spazia dai libri per bambini alla narrativa. Ho chiesto ai redattori Costanza Lindi, Elena Zuccaccia e Alessandro Mencarelli di raccontarci la loro quarantena e le loro prossime pubblicazioni.

 

Il piede di mosca è il segno tipografico (¶) che marca la divisione di un testo in capitoli, capoversi o paragrafi, dando respiro e ritmo all’impaginazione. Sotto questo simbolo, lo scorso anno, è nata a Perugia pièdimosca edizioni, che si occupa, tra le altre cose, di libri illustrati per adulti e bambini, fumetti e poesia. Di recente, nel pieno di un momento difficile per l’editoria, ha lanciato la sua collana di narrativa Ossa.

(altro…)